Problematiche affrontate

Le problematiche possono riguardare il bambino, l'adolescente, l'adulto o la persona anziana.

  • aggressività
  • ansia
  • attacchi di panico
  • bassa autostima
  • bullismo e cyberbullismo
  • conflitti di coppia
  • conflitti familiari
  • depressione
  • difficoltà emotive e relazionali
  • difficoltà della gestione della rabbia
  • difficoltà genitoriali
  • difficoltà sessuali
  • dipendenze (affettive, da sostanze, da gioco)
  • disturbi del comportamento alimentare
  • disturbi del tono dell'umore
  • disturbi specifici dell'apprendimento
  • disabilità
  • elaborazione del lutto
  • fobie
  • insonnia
  • interventi psicoeducativi
  • iperattività
  • ritardo mentale
  • separazioni
  • sostegno alla genitorialità
  • sostegno ai familiari di persone affette da Alzheimer
  • stress

A seconda della situazione verrà valutata la migliore tipologia di intervento (individuale, di coppia o familiare).

Servizi


  • Psicoterapia Individuale (del bambino, dell'adolescente, dell'adulto o della persona anziana)

E' rivolta al singolo individuo che richiede un aiuto per affrontare uno stato di disagio o di sofferenza in relazione ad eventi problematici o a momenti del ciclo di vita individuale e/o familiare critici. L'obiettivo della psicoterapia è quello di sostenere la persona nell'individuazione delle risorse personali necessarie per affrontare le difficoltà attuali e/o modificare modalità non funzionali di approccio al problema. 

  • Psicoterapia di Coppia

E' rivolta a coniugi/conviventi che si trovano in difficoltà nel gestire il rapporto di coppia in generale o più in particolare rispetto ad una o più dimensioni di esso. L'obiettivo della psicoterapia è quello di mettere in luce i meccanismi di relazione disfunzionali e attivare le risorse della coppia per la riorganizzazione funzionale della relazione.

  • Psicoterapia Familiare

E' rivolta a tutta la famiglia in relazione al disagio o sofferenza avvertiti da uno o più membri di essa o da tutta la famiglia. L'attenzione è posta sulle modalità relazionali che caratterizzano il gruppo familiare con l'obiettivo di mettere a fuoco dinamiche che determinano uno stato di sofferenza e sostenere l'attivazione o riattivazione delle risorse familiari che favoriscano il cambiamento.

  • Psicoterapia dell'infanzia e dell'adolescenza

E' rivolta al bambino o all'adolescente che vivono una condizione psicologica di incertezza o di sofferenza dovute ad eventi traumatici o ad una difficoltà nella gestione delle criticità proprie dello sviluppo e che frequentemente sfociano in stati di ansia, abbassamento del tono dell'umore, paure o problematiche comportamentali. L'obiettivo della terapia è quello di consentire al bambino o all'adolescente di attivare le risorse personali che consentano di riprendere il normale corso evolutivo.

  • Valutazione e trattamento di difficoltà e disturbi specifici dell'apprendimento

 La Legge n.170 dell'8/10/2010 riconosce la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali Disturbi Spedifici dell'Apprendimento ed impone di adottare provvedimenti specifici in termini di strumenti compensativi e misure dispensative affinché l'alunno con DSA possa affrontare con successo il percorso scolastico secondo le proprie potenzialità. Una mancata o tardiva individuazione del problema può determinare una condizione di grave disagio per il bambino che si trova a vivere un insuccesso scolastico frequentemente attribuito a scarso impegno o interesse e per la famiglia che non riesce a comprendere le reali dinamiche sottostanti al problema.

Si rivolge a coppie in via di separazione o già separate con lo scopo di sostenerle nelle situazioni e nelle decisioni che conseguono alla separazione; in particalare, in presenza di figli, l'intervento è volto a focalizzare l'attenzione degli ex partners sulla responsabilità genitoriale, in modo da favorire comportamenti e scelte opportuni relativamente alla gestione degli stessi e al loro benessere psicologico.

  • Colloquio Floriterapeutico

E' uno strumento essenziale per scoprire quali siano i rimedi floreali di Bach adatti alla persona e, se la persona lo desidera, può trasformarsi in uno strumento di consapevolezza e di crescita personale. Tramite il colloquio è possibile capire quale sia lo stato d'animo prevalente in quel determinato momento, ricercare ciò che crea disagi e tensioni nella vita intima e nel comportamento verso i propri simili e verso se stesso ed agire su di esso per poi, pian piano andare più a fondo, fino ad arrivare al nucleo del problema.

  • Gruppi di sostegno

Il CPR organizza gruppi di sostegno rivolti a persone che, accomunate da una condizione problematica inerente ad una particolare situazione di vita o dal fatto di vivere una fase del ciclo di vita individuale e/o familiare delicata e impegnativa, colgono l'opportunità di confrontarsi con altri che vivono lo stesso tipo di disagio o incertezza, alla presenza di un conduttore che guidi la comunicazione e metta in campo conoscenze ed esperienza professionale.

Dal 2009 i gruppi più frequentemente organizzati sono stati: 

- Incontri con lo Psicologo: il periodo dell'attesa, la nascita ed i primi anni del bambino

- S.O.S. genitori: l'importanza delle regole

- S.O.S. genitori: affrontare l'adolescenza

- La disabilità in famiglia: emozioni, bisogni e risorse

I Professionisti del CPR si rendono disponibili ad organizzare Gruppi di sostegno presso o per conto di Scuole, Associazioni o altre realtà, su temi di interesse.

  • Docenze

Attività di docenza in materie di pertinenza psicologica nell'ambito di Corsi di Formazione. 

 

EMDR di Gruppo

E' un intervento terapeutico che si rivolge a gruppi di persone omogenee per:

- evento traumatico vissuto

- livello di perdita a seguito dell'evento

- età

- livello di esposizione al trauma

- gruppi pre-esistenti all'evento traumatico (classi di scuola, assistenti sociali, infermieri di reparto, ...)


In particolare i destinatari possono essere:

- familiari di persone affette da malattia di Alzheimer

- familiari di figli diversamente abili

- genitori di bambini con diagnosi specifiche (autismo, leucemia, ...)

- persone diabetiche, mutilate, paraplegiche

- vittime di mobbing, stalking, bullismo, cyberbullismo

- vittime di disastri o catastrofi

- vittime secondarie di crimini efferati

- équipe (infermieri, medici, operatori OSS) che affrontano un trauma vicario

- operatori di polizia

- dipendenti di negozi/banche/gioiellerie vittime di rapine

..........................................................................................

L'intervento sfrutta la capacità di resilienza insita nei gruppi, ottimizza tempi e risorse, favorisce la risoluzione del trauma e funge da screening per necessità di eprcorsi individuali.

E' possibile praticare questo intervento terapeutico a partire da bambini di 3 anni.


La vita è come la percepiamo dal punto in cui siamo...ma è una percezione parziale della realtà.




Cerca nel sito

C.P.R. - Centro di Psicoterapia Relazionale - via Emilia, 126 Pisa 56121 - Tel. 392-2680912 e-mail: centropsicoterapiarelazionale@gmail.com © 2014 Tutti i diritti riservati.