L'importanza dei temi familiari....

Eventi

 

CORSO: TECNICO DELL'ANIMAZIONE SOCIO - EDUCATIVA

La Soc. Coop. Aforisma  organizza il corso TECNICO DELL'ANIMAZIONE SOCIO - EDUCATIVA.

La figura trova collocazione in contesti di servizi pubblici o del privato sociale di tipo residenziale o territoriale finalizzati alla prevenzione delle marginalità e del disagio sociale, all'integrazione e partecipazione sociale, allo sviluppo di potenzialità individuali e collettive, operando in stretta  collaborazione con altre figure professionali e con i servizi del territorio.

Nelle strutture sociosanitarie per persone anziane o con disabilità, il tecnico dell'animazione socio-educativa programma e svolge attività finalizzate alla valorizzazione del tempo libero con l'obiettivo di stimolare l'espressività, la comunicazione, la socializzazione e l'integrazione di individui e gruppi.

Nelle strutture socio-educative per minori progetta e gestisce attività di carattere socio- educativo, ricreativo, culturale, per lo sviluppo delle relazioni e dell'integrazione; tali attività risultano coerenti con gli obiettivi del progetto educativo personalizzato di ogni minore definiti dall'équipe educativa.

Sul territorio, operando in équipe con colleghi o con altre figure professionali, definisce ed attua interventi di promozione della partecipazione e dell'integrazione sociale e può anche essere coinvolto in progetti di educazione ambientale o turistica.

Il CPR è presente nel corpus docente del corso con varie lezioni inerenti le aree della pedagogia, della psichiatria, della psicologia, della riabilitazione psicosociale, della comunicazione.

Per informazioni e iscrizione contatta l'agenzia al tel. 050 2201288 oppure invia una mail all'indirizzo info@aforismatoscana.net

 

 

 

 

Notizie


 


 

 

Bibliografia


"La forza dell'età" di M. De Hennezel e B. Vergely

Scritto da una psicologa e da un filosofo, si snoda come un percorso di allenamento mentale e spirituale, invitando a guardare sempre avanti. Invecchiare bene è possibile: il segreto sta nel rifiutarsi di subire passivamente il trascorrere del tempo. Ci si può allenare a un altro concetto del vivere, nel quale ogni tappa diventa un invito a maturare ulteriormente, a esplorare le profondita` di noi stessi e a diventare sempre piu` consapevoli, per poter assolvere, infine, il più importante compito umano: quello di offrire ricchezza spirituale alle generazioni successive.



"Introduzione alla pedagogia speciale" di L. Trisciuzzi, C. Fratini, M.A. Galanti

Attualmente la pedagogia speciale, sia sul versante teorico sia nella formazione degli insegnanti - e non solo di quelli di sostegno più direttamente interessati - ha assunto una posizione rilevante nell'ambito delle Scienze della formazione. La presenza in classe di alunni diversamente abili - da quelli che venivano definiti super, alle più diversificate sfumature di alunni difficili - sollecita e socialmente impone un intervento educativo.


"Non esiste una giustificazione" di G. Grifoni

"Il libro è in primo luogo un manuale per operatori psicosociali che vogliono conoscere il maltrattamento dal punto di vista di chi lo agisce. Il volume rappresenta uno strumento per avviare un aggiornamento professionale nell'ottica del lavoro con l'autore di violenza domestica, sia che lo si incontri 'direttamente' sia che lo si voglia imparare a riconoscere tra le righe di un'utenza altrimenti nascosta nel cono d'ombra in cui prolifera la violenza".

Per acquistare il libro: scrivete direttamente a grifonigiacomo@gmail.com



"Transgenerazionalità e psicoterapie" a cura di C. Bogliolo

"...si può accettare che, in circostanze particolari, in psicoterapia o durante un processo formativo, possono riemergere memorie sepolte, obliate, che hanno vagato negli scambi comunicativi, espliciti o impliciti di una famiglia" (C. Bogliolo)

Il libro riporta anche un  nostro contributo: "Gli oggetti di famiglia come metafora della trasmissione transgenerazionale. Spunti dalla narrativa"* (C. Cocco e I . Di Nasso)

* Nella sezione "Spunti di riflessione" si trova il romanzo di cui parla il contributo.




"Le persone sensibili hanno una marcia in più" di R. Sellin

"Chi non percepisce se stesso, non può prendersi cura di sé. Chi non è presente a se stesso, non è consapevole del proprio valore".




"Fiori di Bach. Strumenti e strategie terapeutiche" di R. Orozco e C. Hernandez Rosety

"La terapia floreale di Bach non è un evento, bensì un processo". (Artur José Lopes)



 

"Famiglie immigrate e psicoterapia transculturale" a cura di M. Andolfi

"La responsabilità maggiore della terapia interculturale non è imparare la cultura del cliente; il suo fulcro sta piuttosto nel riconoscimento,  da parte del terapeuta, dei pregiudizi culturali che possono interferire nel suo lavoro con clienti di culture diverse ". (T. Shibusawa)

Spunti di riflessione

FILM

"Mangia, Prega, Ama" con Julia Roberts

"Tutti vogliamo che le cose restino uguali, ... accettiamo di vivere nell'infelicità perché abbiamo paura dei cambiamenti, delle cose che vanno in frantumi, ...

La sola vera trappola è restare attaccati a ogni cosa.
Le rovine sono un dono. La distruzione è la via per la trasformazione.
Dobbiamo essere sempre preparati ad ondate infinite di trasformazioni".



"Il Principe delle Maree" di Barbra Streisand con Nick Nolte

Tratto dal romanzo "THE PRINCE OF TIDES" di PAT CONROY, affronta la difficoltà di convivere con il passato e la complessità dei rapporti umani, tra una sagace ironia autodifensiva e la paura di rievocare i propri inconfessabili incubi.



"Mr. Jones" con Richard Gere

Uno sguardo sulla psicosi maniaco depressiva.




LIBRI


"Il segreto della collana di perle" di Jane Corry

"La storia può essere modificata. [...] Ora lei può scegliere. Può rompere lo schema seguito dalle sue anenate. O può ripeterlo. Entrambe le scelte implicano delle difficoltà. Ed entrambe portano i loro benefici".


"Fai bei sogni" di Massimo Gramellini

"Il dolore serve, perché l'uomo è conservatore per indole e senza una spinta esterna nessuno ha voglia di cambiare. Possiamo farcela, tutti. Ma ogni cambiamento passa dalla consapevolezza, dal risveglio. [...] Tutto ciò che ci succede è sempre giusto e perfetto. Ciascuno di noi viene al mondo per uno scopo e dotato dei talenti necessari a raggiungerlo." (M. Gramellini)


"La filosofia della torta di mele" di S. Bedini

"Per guarire occorre ammettere di essere malati ed io non volevo arrendermi a questa evidenza. Solo quando dentro di me qualcosa si è rotto, allora mi sono lasciata andare, ho ammesso a me stessa il mio grave disagio e finalmente ho iniziato a riprendermi. E poi tutto è venuto di conseguenza: ho trovato il sistema per venirne fuori, ho sciolto il ghiaccio che imprigionava la mia psiche e piano piano ho cominciato a vedere i risultati.

Le nostre vite sono come una torta di mele: abbiamo gli ingredienti giusti per realizzare dei capolavori, ma sta a noi saperli ben dosare e mescolare"

Cerca nel sito

C.P.R. - Centro di Psicoterapia Relazionale - via Emilia, 126 Pisa 56121 - Tel. 392-2680912 e-mail: centropsicoterapiarelazionale@gmail.com © 2014 Tutti i diritti riservati.